domenica 1 gennaio 2012

SESTIERE DELLE ARTI

Questo sestiere del nucleo è abitato soprattutto dai borghesi (definiti i nuovi ricchi) ed è la sede di molte prestigiose accademie. E' un sestiere ricco e camminare per le sue strade è abbastanza sicuro anche di notte. Per entrare serve un apposito pass a forma di anello o ciondolo senza il quale la magia del volo al suo interno viene negata (i comuni viaggiatori non hanno quindi accesso al sestiere). I servitori sono gli unici ad avere un pass di tipo diverso che consente loro l'accesso, senza peraltro poter volare. Ogni famiglia borghese residente ha numerosi pass a disposizione da dare ai suoi ospiti.

Alcuni luoghi interessanti:
  • Accademia di Magia
    Retta dal Consigliere Amedeo Barbarigo (Nobile Um non alato Mag19/M.sap5 LN - D&D3E) è il punto di riferimento per l'apprendimento e la ricerca delle arti magiche in città. Il Senatore Barbarico è uno dei pochi che non rappresenta una famiglia nobile e che non si è fatto crescere le ali per confermare il suo status, ma è di diritto nel Consiglio dei Dogi in quanto rettore dell'accademia. L'accademia ha il compito primario di formare i maghi che avranno il compito di studiare e seguire i macchinari che permettono la levitazione della città di Vertere. Suo braccio destro è l'elfo Frimljgi Yalmnhathan (Nobile E alato Mag15/M.Sap2 LB - D&D3E) il quale sostituisce spesso il senatore mentre questi è impegnato con il senato.
  • Chiesa degli Angeli
    Giulio Riva di Biasio (Nobile alato um Ch19 LB - D&D3E) è il vecchio patriarca della Chiesa degli Angeli. Oramai 90enne passa quasi tutto il suo tempo in meditazione e lontano dalla vita mondana. Di diritto è membro del Consiglio dei Dogi, ma non partecipa quasi mai alle sue riunioni, troppo stancanti. Non ha ancora ceduto il suo posto ad uno dei suoi vescovi più giovani e questo è motivo di dissapori interni alla chiesa. In realtà Di Biasio teme che sarà il passaggio del testimone a creare divisioni e sta rimandando la decisione. Benedetto Mesto (Nobile alato um Ch12/Ari4 LN 54 anni - D&D3E) è uno dei pretendenti alla successione. E' un uomo rigido e inflessibile, un vero osso duro che cerca e vede il male ovunque. Marco Venturi (Nobile alato Um Ch10/Gr2 LN 47 anni - D&D3E) è invece l'altro possibile candidato. E' un uomo d'azione molto pratico che agisce prima di pensare, sicuramente un difetto non da poco. Il Patriarca dentro sè pensa che nessuno dei due sia adatto e attende un segno...che tarda ad arrivare.
    La Chiesa degli Angeli è un culto abbastanza recente nato con la nuova era delle città volanti e vi aderiscono soprattutto i giovani, i nuovi ricchi e gli avventurieri.
  • Chiesa della divina verità
    Gioachino Anafesto (Nobile um non alato Ch17 NB di 64 anni - D&D3E) è il patriarca della Chiesa della divina verità, la chiesa più antica della città, ma nonostante ciò, ha meno della metà di fedeli rispetto alla rivale Chiesa degli Angeli. Nonostante i pochi fedeli, le più importanti famiglie nobiliari della città appoggiano questa chiesa. Il patriarca nonostante ciò teme che questo legame si stia sciogliendo per sempre. Sempre più giovani “alati abbracciano la fede degli Angeli prospettando per la sua chiesa un futuro incerto.Il Patriarca è di diritto membro del Consiglio dei Dogi.
  • Galleria del mondo antico
    Líndal Inglorion (Nobile E alato Mag10/Esp3 CB - D&D3E) è l'amministratore del museo galleria del mondo antico, in cui sono conservate numerose opere e dipinti del vecchio mondo. Líndal è spesso alla ricerca di opere d'arte oppure oggetti interessanti del vecchio mondo ed accoglie molto volentieri gli avventurieri che gli portano degli oggetti interessanti.
  • Planisfero
    Elia Terralba (Borghese 1/2E Mag8/Esp2 NB - D&D3E) è l'amministratore di questo luogo di studio e conoscenza della geografia del mondo. Questo è uno dei pochi luoghi in cui si possono trovare ancora vecchie mappe e pergamene di come era fatto il mondo un tempo e di come è fatto ora. Nonostante ciò le informazioni non si possono considerare sempre attendibili, poiché le città volanti si spostano e così pure le città galleggianti di alcuni semiumani.Ciò che però più affascina Elia, è riuscire a trovare una indicazione o dei riferimenti per rintracciare le favolose cittadelle naniche rimaste sommerse.Il planisfero finanzia spesso alcune spedizioni di avventurieri per ricercare informazioni sul mondo antico.
  • Campo della meridiana
    E' la piazza più grande di questo sestiere e deve il suo nome per la presenza di una enorme meridiana magica che per indicare le ore, proietta la sua ombra di giorno e un fascio di luce di notte. Campo della Meridiana è famosa anche per la fiera della magia che si tiene in questo luogo 1 volta all'anno.
  • Campo della fontana della nebbia
    La fontana della nebbia, che da il nome a questa piccola piazzetta, è frutto di un effetto magico indesiderato. La fontana doveva in origine sgorgare acqua in modo autosufficiente, senza tuttavia essere collegata ad un acquedotto. Infatti con il sollevamento della città, la gestione delle fonti idriche fu un grosso ostacolo da superare e molte fontane furono chiuse per risparmiare acqua. Dalla fontana sgorga un getto continuo di vapore acqueo che di fatto nasconde la fontana alla vista dei curiosi e limita la visibilità nell'area. Questa fontana fu uno dei primi esperimenti andati male e mai più corretti. Nonostante l'inutilità della cosa, i cittadini si dimostrarono molto curiosi e interessati a mantenere il “malfunzionamento per un puro gusto estetico.
  • L’antico Conservatorio
    Domenico Monegario (Nobile um alato bard18 CB di 59 anni - D&D3E) è il rettore dell'antico conservatorio della città. Il Conservatorio, assieme all'Accademia di Magia è uno degli edifici più  caratteristici della città. Nella sua biblioteca si possono trovare riferimenti storici alla nascita della città, nonché l'elenco con relative tesi, di tutti gli studenti che hanno studiato musica. E' prestigioso avere un figlio in conservatorio e tutte le famiglie nobiliari ne hanno almeno 1.Il rettore è di diritto  membro del Consiglio dei Dogi.
  • Gli scribi di Magellano
    Giovanni Galbaio (Borghese um Esp4/mag6 CN di 48 anni - D&D3E) gestisce questo scrittoio di copiatura e testi. Gli scribi al servizio di Galbaio sono dei veri artisti e per questo Galbaio fa pagare molto i suoi servigi. Galbaio è meramente interessato al denaro e alla sua arte. Non è sposato, di brutto aspetto, tirchio, non frequenta le occasioni mondane. E' in possesso di un antico libro magico, il “Finwë Fëfalas' ma è troppo avaro della sua conoscenza per mostrarlo all'Accademia. Purtroppo con le sue limitare conoscenze magiche non ne scoprirà mai il suo segreto.
  • La bussola: Libri, mappe e pergamene
    Gancio Stroppia (Borghese half L5/Esp3 CB - D&D3E) è un vero collezionista e venditore di pergamene e mappe magiche. A lui si rivolgono spesso gli avventurieri che sono alla ricerca di qualche tesoro sommerso. Alcune sue mappe non sono molto attendibili, ma è lui stesso a dirlo. Ha una vera passione per la pausa del the e in quell'ora il negozio è sempre chiuso.
  • Fratelli Bisanzio: pittori
    I gemelli Bisanzio (Borghesi um di 44 anni - D&D3E) sono i due pittori più famosi di Vertere. Tutte le famiglie nobili hanno almeno un loro dipinto o affresco nelle loro ville e chi non lo ha è in attesa del loro lavoro. I Bisanzio hanno lavoro assicurato almeno fino alla loro morte. Non girano mai da soli e sono guardati a vista anche dalle guardie cittadine. Non sono sposati e il loro unico svago sono le case per appuntamenti e le bische.
  • Le vergini alate: casa per appuntamenti
    Questa casa per appuntamenti è famosa per aver ospitato qualche anno fa una prostituta alata. Lo scandalo tra i nobili fu tale che il fatto fu discusso anche in senato. Madama Porzia (Borghese um Bard3/Esp3 CN di 50 anni - D&D3E) gestisce la casa confidando molto sulla pubblicità e l'effetto notizia che provocano alcuni suoi festini e incontri privati. I nobili solitamente non frequentano questa casa.
  • Inchiostri & veleni
    Di Ottorino Casamatta (Borghese Half Mag8 CN - D&D3E) questo negozio ha la fama di procurare entro 24 ore molte delle più rare sostanze alchemiche e velenose, al giusto prezzo. Da Casamatta si possono trovare anche numerosi inchiostri dagli effetti bizzarri, molto apprezzati dagli studenti delle accademie.
  • Abitazioni dei borghesi
    Per potersi permettere un’abitazione nel sestiere delle arti si deve essere borghesi o nobili. E' un luogo molto esclusivo dove vivere (secondo solo al quartiere dei nobili).
Torna a VERTERE