domenica 12 febbraio 2012

Argon, la polvere blu cobalto

Il segreto di Hicaro non è un mistero, con questo gioco di parole introduco l'Argon, polvere blu cobalto altamente tossica che quando viene "incendiata" produce un effetto di antigravità, dissolvendosi nell'aria come il vapore.
Il segreto di Hicaro è l'Argon, ma non è un mistero in quanto la sua produzione e il suo sistema di combustione è noto a tutti i maghi di Hicaro. Le gilde dei maghi cittadine hanno la responsabilità della sua produzione e del suo stoccaggio. Ma perché l'impero di Hicaro si appoggia all'Argon e non alle comuni magie di volo?
La magia del volo è conosciuta da molto tempo, i maghi più abili erano in grado di incantare tappeti magici, piccoli carri e perfino interi vascelli a costi esorbitanti. La magia del volo più economica è la levitazione. Alcune navi volanti sono in realtà navi levitanti che usano come propulsione sistemi ad elica mossi da schiavi o delle comuni vele. La vera magia del volo invece è molto costosa ed il prezzo della sua applicazione aumenta in modo esponenziale a seconda della superficie trattata. L'opera più grande mai realizzata dalle creature di Elden è stata il castello volante dei giganti del gelo, una piccola fortezza che a detta di alcuni maghi deve essere costata quanto un intero regno. Tuttavia il castello volante dei giganti del gelo è nulla in confronto al sollevamento di una città imperiale.
L'esigenza di far volare intere città occorsa con il disgelo, ha posto i maghi della gilda di Donm davanti ad una esigenza, trovare un sistema economico per sollevare in aria le città. La risposta fu trovata da alcuni maghi elfi della gilda di Donm, ma andiamo per ordine per soddisfare tutte le curiosità.
Cos'è l'argon?
L'argon era già conosciuto da secoli, ma a causa della sua tossicità non è mai stato studiato a fondo. Questa polvere blu cobalto è un distillato di Elden e può essere raffinato utilizzando materia solida (terra, pietra), umida (rifiuti, frattaglie) o acqua, estremamente economico quindi. Il miglior risultato è con la materia solida, ma vista la scarsità nelle città di Hicaro oramai gli imperiali utilizzano di tutto. La sua polvere è finissima dal colore blu, è impossibile raccoglierla in mano come si farebbe con la sabbia, metà sfuggirebbe o sarebbe dispersa da un alito di vento o anche un semplice respiro. Per essere trasportato viene immagazzinato in contenitori sigillati.
Chi l'ha inventato?
Sembrerebbe che la sua scoperta sia opera della scienza alchemica degli gnomi, ma nessuno sa chi ha scritto il primo trattato sull'argon. Una curiosità, era considerato un potente esplosivo velenoso da usarsi per far saltare in aria le porte delle fortezze. Tale fu il suo primo utilizzo e dobbiamo confermare che le porte volavano proprio alto :) Non pensate però che per innescarlo basti avere una miccia. L'argon non è polvere da sparo e per innescarlo serve l'apposito rituale, molto difficile da lanciare sotto alle frecce e ai colpi dei nemici.
Quanto è tossico?
Toccare l'argon senza una una protezione ustiona la pelle. Normali protezioni come guanti, creme, occhiali non sono sufficienti tuttavia a dare una completa protezione, proteggono dalle ustioni superficiali ma non dalla malattia. Chi maneggia l'argon si ammala nel giro di qualche anno, la pelle diventa secca e piena di bolle, la carne si decompone, la sofferenza è altissima, una bruttissima fine, meglio non affrontarla.
Protezioni
Elwë Palantír mago elfo della gilda di Donm riuscì dapprima a sviluppare un rituale per proteggersi temporaneamente dalla tossicità dell'argon e in seguito a progettare il ciclo di produzione di massa della polvere blu cobalto. Come già evidenziato dagli studi, scatole rivestite di piombo sono il miglior sistema per contenere e trasportare l'argon in quanto il piombo sembra bloccarne gli effetti.
Ciclo di produzione
Elwë Palantír ideò il primo ciclo di produzione di massa dell'argon e stabilì tutte le misure di sicurezza atte a renderlo efficiente. L'utilizzo di golem e di prigionieri per la lavorazione, la creazione di stabilimenti produttivi il più possibile ermetici e rivestiti di piombo, i contenitori per il trasporto, le torri di sollevamento. Elwë Palantír se fosse nato in un altro pianeta sarebbe stato colui che avrebbe dato vita ad una vera e propria rivoluzione industriale. Elwë purtroppo morì di Argonite subito dopo aver fatto volare in cielo capitale Nimphea. L'argon dopo la sua combustione si volatilizza e non rimangono scorie, questa è l'unica parte del processo produttivo che non comporta pericoli.
Legge imperiale
L'argon può essere prodotto e maneggiato solo dalle persone preposte in ogni città imperiale. Incantatori che fossero sorpresi a produrre o maneggiare l'argon senza permesso o venditori sottobanco di rituali relativi alla produzione o combustione dell'argon sono puniti con sanzioni pecuniarie di 500Mo per i casi meno gravi e fino alla prigionia fino a 3 anni nelle torri di sollevamento per i casi più gravi.
Argonite
Malattia dell'argon, da non confondere con l'avvelenamento da argon (morte orribile descritta più sopra). L'argonite colpisce soprattutto chi pur proteggendosi, tratta l'argon o vi vive affianco. Nonostante le protezioni magiche, capita ogni tanto che chi lo tratta si esponga a dei piccoli rischi. Nel breve termine non capita nulla ma nel lungo termine (almeno 20-30 anni) insorgono una serie di sintomi che negli ultimi anni sono stati riconosciuti come dovuti all'argon. Nel nostro mondo sarebbero chiamati tumori della pelle, ma su Hicaro queste degenerazioni cellulari sono chiamate argonite. Chiazze più o meno scure compaiono sulla pelle, se si è fortunati in posti poco visibili. E' possibile vivere per anni con esse senza risentirne però prima o poi sopraggiunge la morte. Con la magia è possibile rimuoverle, ma prima o poi ricompaiono. Il rituale rimuovi malattie (o afflizioni) riesce a contrastarne bene gli effetti, ma non definitivamente e successivi rituali a dustanza di anni sono neccessari.
L'argon consumerà Elden?
Questo è uno dei crucci di alcuni maghi imperiali. Stanno investendo molto nello studio delle conseguenze dell'utilizzo di massa dell'argon. Teoricamente prima o poi la materia grezza potrebbe terminare(certo tra alcuni milioni di anni). Per questo motivo già fin d'ora gli stabilimenti produttivi funzionano anche a rifiuti urbani. Ma sul lungo termine nessuno sa cosa potrebbe accadere.

Rituale alchemico di creazione dell'argon
Livello 6; Costo delle componenti: 140Mo;
Categoria: trasmutazione; Prezzo di mercato: illegale 1000Mo;
Tempo di lancio: 1 ora; Abilità chiave: arcano;
Descrizione: Con questo rituale è possibile creare una piccola quantità di argon. Affinchè la procedura sia svolta in sicurezza è opportuno possedere un contenitore sigillabile in piombo abbastanza grande da contenere la materia grezza. Questo contenitore, solitamente dal valore di 2500Mo, è attrezzato con un rubinetto in cima e sul fondo. Al termine del rituale dalla cima viene pompata l'acqua per sciacquare il contenitore dalla polvere blu e raccoglierla sul fondo. Dal fondo tramite un rubinetto è possibile svuotare la scatola di piombo per riempire una scatola di contenimento (altri 80Mo per scatola). L'argon per essere usato come componente per esplosivo va essiccatto, invece per essere utilizzato come combustibile viene lasciato in forma "liquida" (l'argon non si scioglie nell'acqua). I motori ad argon sono predisposti a far evaporare l'acqua ed utilizzare l'argon come combustibile.
L'incantatore o l'alchimista deve eseguire un check di arcano con CD20 (tutto sommato facile) per produrre argon. Il costo delle componenti bruciate è uguale sia che si utilizzi pietra, materia umida o acqua di mare.
  • Con 1 Kg di pietra viene prodotto 70gr di argon. 
  • Con 1Kg di materia umida viene prodotto 20gr diargon. 
  • Con 1Kg di acqua marina viene prodotto 4gr di argon.
Questo rituale non è in vendita, si deve essere affiliati a qualche corporazione di maghi o alchimisti per conoscerlo. Tuttavia sottobanco qualcuno lo vende per 1000Mo.

Rituale di combustione dell'argon

Livello 8; Costo delle componenti: 150Mo;
Categoria: trasmutazione; Prezzo di mercato: non consentito;
Tempo 30 minuti; Abilità chiave: arcano;
Speciale: almeno un grammo di argon che si dissolverà al termine del rituale.
Descrizione: La polvere di argon può essere "bruciata" con il fuoco elementale, procedimento assai pericoloso per gli effetti antigravità conseguenti. Usare l'argon per far saltare in aria palazzi può essere utilizzato ma un incantatore deve valutare il rischio di esporsi al maneggiamento della polvere blu e di venire coinvolto negli effetti conseguenti in quanto il rituale non può essere celebrato a distanza. Questo fattore ne ha limitato la diffusione come arma, sempre che l'incantatore non abbia intenzione di compiere un'azione suicida. Da quando è partito il progetto Hicaro, le gilde dei maghi delle città imperiali hanno fatto in modo di requisire tutti i rituali aventi a che fare con l'argon ed ora tali rituali si trovano solo nelle gilde. Acquistare sottobanco il rituale di combustione è possibile, ma è difficile anche perché c'è un'apposita legge imperiale che ne limita il commercio. Il rituale di combustione dell'argon non si trova la mercato nero per meno di 2000 mo.

Rituale di protezione dall'argon

Livello 2; Costo delle componenti: 20Mo;
Categoria: Abiurazione; Prezzo di mercato: 100Mo;
Tempo 10 minuti; Abilità chiave: arcano;
Durata: speciale.
Descrizione: Questo rituale può essere liberamente acquistato. L'incantatore più è bravo in arcano e più riesce a prolungare la protezione. La protezione protegge un numero di individui pari a 1+bonus intelligenza dell'incantatore. La durata dipende dal check di arcano:
Meno di 20: 30 minuti
Tra 20 e 24: 1 ora
Tra 25 e 29: 2 ore
Tra 30 e 34: 3 ore
Tra 35 e 29: 4 ore e così via.