giovedì 29 dicembre 2011

SESTIERE DEI DOGI


Questo sestiere ospita vari edifici appartenenti alle famiglie nobili di Vertere ed è attentamente protetto ai suoi ingressi e pattugliato sopra e sotto le sue fondamenta. Per entrare serve un pass speciale (un viaggiatore pertanto non può entrare nel sestiere). Il Pass è un apposito anello o ciondolo, con l'effige della famiglia nobile, senza il quale la magia del volo al suo interno viene negata. I servitori sono gli unici ad avere un pass di tipo diverso che consente loro l'accesso, senza peraltro poter volare. Ogni famiglia ha numerosi pass a disposizione da dare ai suoi ospiti. La restrizione del volo magico, non vale tuttavia per i nobili dotati di ali o comunque esseri o animali alati comuni. Infatti questa restrizione creata nei primi anni di vita della città sulle nuvole, è stata ben presto elusa in vari modi. La creazione magica delle ali, a cui i nobili di Vertere si sono sottoposti, è l'esempio più evidente di come il divieto di volo magico sia stato eluso da chi si sente al di sopra delle leggi.
Alcuni luoghi interessanti del sestiere dei dogi:
  • Consiglio del Doge
    L'edificio consigliare è esagonale, stretto e alto, formato da 48 archi e molte più colonne che sfidano la forza di gravità. Nonostante l'aspetto slanciato e le grandi arcate, è una piccola fortezza protetta da numerosi campi di forza, aree antiscrutamento e anti teletrasporto ed è vigilato dalle Guardie Elette, il corpo di guardia d'elite della città. Il consiglio si riunisce normalmente due volte la settimana  e anche quando non è riunito, il palazzo è popolato da numerosi burocrati e ufficiali.
  • Guardia Eletta.
    Dalla forma circolare simile ad una grande ciambella, costruita attorno alla statua alta 6 metri di Augusto Contarini (famosa guardia cittadina che difese il senatore Ortis durante la Rivolta del 32 N.E.) è il luogo dove vengono addestrate le guardie elette, ovvero il corpo di guardia d'elite di Vertere. Alcune di queste guardie vengono scelte tra  i migliori elementi della guardia cittadina.Vi sono alcuni nobili tra queste guardie e molti figli di borghesi seguono questa via per seguire la carriera militare.Sono ben accetti i praticanti dell'arte arcana, mentre i religiosi provengono solo dalla Chiesa degli Angeli.
    Le guardie elette pattugliano le strade a gruppi di 3.Un gruppo tipico è così composto (stats D&D 3E) Gr6, Mag5/Gr1, Pal6 oppure Gr6, Str5/Gr1, Ch6.Queste guardie sono ben pagate e hanno un forte spirito di corpo.Riuscire a corromperle è molto difficile. L'attuale capo della Guardia è il Capitano da Mar (Nobile um alato Ari4/Gr10 LB - D&D3E) un uomo molto ligio al suo lavoro e dal carattere molto forte.
  • Il commodoro – negozio di armi e armature
    Enzo Calderei o il sig. Calderei (Borghese Um Esp4/Gr6/Mag4 LN di 60 anni-D&D 3E) è il ricco proprietario di questo negozio in cui si possono trovare solamente armi, armature e oggetti magici costosi. Enzo è una ex guardia eletta in congedo per meriti sul campo che ha aperto questa attività dopo una fortunata serie di avventure. E' conosciuto da tutti in città come un uomo baciato dalla dea fortuna.
  • Preziose idee – gioielliere
    Carlo Di Biasio (Borghese 1/2E Esp8 NM - D&D3E) è un raffinato uomo d'affari che commercia in oro e gioielli e che trattiene rapporti con tutte le famiglie nobili della città. E' un uomo intelligente e accorto e conduce i suoi affari con molta discrezione e riservatezza garantendo l'anonimato ai suoi venditori e compratori. Ogni 15 giorni, nella vasta sala interrata sotto il suo laboratorio, tiene un'asta dei migliori preziosi che compera (anche oggetti rubati in altre città) da mercanti di altre città. All’asta partecipano nobili e borghesi, molti dei quali presenti in forma Auror (un ologramma).Di Biasio ha rapporti con la gilda dei ladri dei Pestrineri.
  • The e velluti – casa del the
    Questa casa del the molto raffinata, elegante e costosa si affaccia sul palazzo del senato e sulla sua piazza. E' gestita da Donna Rachele Mosca (Borghese um Ari4/esp4 LN - D&D 3E) la quale cura personalmente i più piccoli particolari del servizio.E' stata l'amante per 10 anni del Consigliere Amedeo Frezzerie dal quale ha ricevuto molti ducati per tenere per se i suoi segreti più intimi. Qualche maligno dice che ogni tanto si vedano in segreto, ma sono solo voci.
  • Calice del commodoro – ristorante
    Fragiacomo Pistor (Borghese Um Ari2/Esp5 NB - D&D3E) è il gestore di questo raffinato ristorante in cui si possono assaggiare le pietanze tipiche delle famiglie nobiliari della città.Un pranzo medio costa sulle 30 Mo vini e bevande esclusi.
  • Sorriso di Luna – casa per appuntamenti
    Madama Glamour (Borghese 1/2E Lad2/Esp5 NM - D&D3E) gestisce questa casa per appuntamenti per ricchi signori e nobili. Le regole e la disciplina all'interno della casa sono ferree per garantire l'anonimato più assoluto ai suoi frequentatori. Un minimo sbaglio potrebbe fargli chiudere l'attività. Tutti i clienti indossano una maschera per mantenere l'anonimato e devono essere pronti a sborsare molto denaro per avere un buon servizio. Il vero nome di Madama Glamour è Virna ed è stata l'amante di molti ricchi signori della città grazie ai quali è riuscita a metter da parte il denaro per aprire questa lucrosa attività.
  • Caffè Nimphea – locale raffinato
    Narciso Della Schiava (Borghese Gnomo Esp7 NB -D&D3E) è originario della città di Nimphea e si trasferì a Vertere circa 30 anni fa per aprire la sua attività commerciale di importazione di caffè e bevande esotiche. Il suo fiuto per gli affari gli ha permesso di fare fortuna e in soli pochi anni di attività ha comperato e avviato più attività commerciali. Soffre di manie di persecuzione e non si fa quasi mai vedere in pubblico. Ha vari agenti che operano per lui e, nel caso ve ne fosse bisogno, si può parlare con lui con mezzi magici. Chi fa affari con lui, considera questa una stravaganza da gnomo e non ci dà molta importanza visto che gli affari vanno bene. E' in affari con la Compagnia commerciale Malvasia.
  • L’Opera
    L'Opera è uno dei palazzi più belli di Vertere e luogo di appuntamenti degli amanti della Città. Il giardino attorno all'opera è chiamato il Giardino degli amanti e non solo per la presenza di statue in pose esplicite. Ogni settimana si svolge uno spettacolo a cui partecipa l'alta società e i borghesi che se lo possono permettere. Nonostante l'Opera sia nel quartiere dei Dogi, è accessibile anche a chi non possiede il pass d’ingresso in tale quartiere, ma a tali spettatori viene riservato un posto in platea. I nobili di Vertere non pagano nulla ed hanno una loro loggia riservata per casata, mentre i borghesi possono accedere all'Opera pagando due differenti biglietti. Seduti in platea per la modica cifra di 30 Mo o in piedi per 10 Mo.
  • Le Terme
    Le Terme di Vertere sono di origine magica e risalgono a tre secoli fa in un periodo in cui la città iniziava ad estendere il suo dominio nei mari. L'edificio di stile orientale è uno dei più antichi di Vertere e mantiene ancora tutto il suo fascino. E' diviso in due sezioni, una per i maschi ed uno per le femmine. I suoi pavimenti sono coperti da infiniti mosaici e molte statue ne addobbano gli angoli. Ogni tanto le casate nobiliari di Vertere affittano interamente le terme per tenervi una festa esclusiva. L'ingresso alle terme per un bagno ristoratore costa 10 Mo.
    Descrizione per giocatori:Le terme sorgono su un lembo di terra all'incrocio di due canali, l'entrata principale è rivolta verso un ampio prato che divide la costruzione dal resto della città alla sua destra e sinistra non vi sono altre costruzioni se non un breve tratto di terra che porta ai moli, attracco per chi giunge in barca. I moli sono controllati da alcune guardie elette per tutta l'apertura delle Terme.La costruzione, interamente in marmo con venature rosa, è composta da una parte centrale sormontata da una grande cupola e da due ali laterali anch'esse coperte da due cupole di dimensione inferiore rispetto a quella centrale. Le ali laterali presentano sulle rispettive facciate quattro colonne ioniche di altezza pari a circa sei metri, due scalinate in marmo scendono fino ad arrivare al parco antistante.
    Per il master La parte di destra è simmetrica rispetto alla sinistra, la destra è riservata agli uomini, la destra alle donne. Le terme sono aperte dalle 10 del mattino fino alle 10 di sera anche se vi sono occasioni in cui i nobili le utilizzano per feste ed in quel caso non vi sono orari.Entrando da una delle due navate si apre un ingresso rettangolare con panchine in marmo e  una piccola fontana d'acqua fresca per rifocillare dalle alte temperature. Due porte a doppia anta permettono l'entrata agli spogliatoi o femminili o maschili. Da qui si può raggiungere passando sotto ad un arco le vasche termali di diversa temperatura, la più grande e profonda è la circolare posta in fondo alla sala coperta per metà dall'enorme volta precedentemente descritta; qui la parte femminile è divisa da quella maschile da un muro che raggiunge in altezza le basi dove poggia la volta, le sale invece sono unite da alcune aperture sott'acqua a un paio di metri di profondità. Al centro della piscina una vestale dalle forme sinuose sostiene una anfora sulle spalle dalla quale esce acqua calda. L'entrata delle Terme è concesso solo ai nobili (alati) e alle loro serve o dame di compagnia (che possono anche non essere alati).
  • Ville signorili
    Nel sestiere dei nobili vi sono le ville di 34 delle 47 famiglie nobiliari più altolocate di Vertere e numerose altre case signorili. Quasi tutte hanno un giardino interno e sono prive di recinzione, ma non per questo sono meno sicure delle ville circondate da giardino. Tutte le ville sono protette magicamente dagli intrusi.
Torna a VERTERE