domenica 8 gennaio 2012

SESTIERE PORTUALE

Il Sestiere del porto è uno dei tre sestieri che compongono l'anello orbitale attorno al nucleo centrale di Vertere.
Al porto attraccano tutte le navi in arrivo e da qui partono tutte le navi dirette verso altre destinazioni.
Vertere, come molte altre città volanti, ha una grossa flotta di pescherecci, indispensabili alla sua sopravvivenza.
Essendo Vertere una città volante, i moli sono posizionati di lato e sotto il sestiere (ma non nel lato in cui il sestiere scorre vicino alla città).
A causa di questa sua caratteristica è completamente diverso dagli altri sestieri e considerato da tutti i cittadini il più brutto. Molti lo definiscono una “patacca" e se lo vedono fluttuare in cielo attorno alla città, girano lo sguardo dall'altra parte. La vita al suo interno è frenetica e per nulla monotona.
Nonostante la sua bruttezza, tutti sanno che senza questo sestiere la città sarebbe oramai morta da tempo.

Flotta Mercantile.
Molte sono le navi che giungono dai posti più sperduti in cerca di vendere le proprie merci alla città.
Nel primo decennio le navi mercantili erano di proprietà esclusiva dei nobili ma ora che il commercio ha ripreso vita anche un borghese o un popolano con soldi ed inventiva può permettersi di tenere una nave.
Le compagnie più famose aventi sede in questo sestiere sono:
- Compagnia delle Vele, appartenente alla famiglia nobile dei Corner, che importa il 65% degli alimenti in città.
- La compagnia Croce del Sud, appartenente alla famiglia nobile dei Venier, che importa seta e tessuti dalle dorate città volanti del lontano sud.
- La compagnia Rosa dei venti, appartenente alla famiglia borghese degli Steno, che commercia in gioielli e pietre preziose.
- E' in questo sestiere che risiede la Compagnia commerciale Malvasia, importatrice e produttrice del Vino Malvasia e non solo.

Di seguito scriverò dei luoghi più caratteristici del sestiere:
  • Cantiere Navale.
    Il cantiere di barche da lavoro a molti popolani della città, qui vengono fabbricate tutte le navi sia mercantili che militari oltre ai numerosissimi battelli e frecce che servono ai più abbienti per spostarsi per i canali della città.
    Gli armatori più famosi e ricchi sono:
    -La compagnia delle gazze, specializzata in grosse navi da carico. Il suo proprietario è un borghese di nome Tobia Giona (um Esp10/Lad2 LN - D&D 3E). Tobia ha chiamato in questo modo la sua compagnia poiché, sostiene, che la gazza è un volatile che gli porta fortuna e che attira gli affari.
    -La Murena, specializzata in piccoli trasporti, battelli, sia comuni che per nobili. Il suo proprietario è un halfling di nome Carletto Baroni (Borghese half Esp9 LN - D&D 3E) famoso in città per la sua famiglia numerosa, tutta impiegata nei cantieri.
  • Magazzini Mercantili.
    Tutti possono affittare all'ufficio Importazioni Esportazioni dei Magazzini per le proprie merci. In questo sestiere sono moltissimi gli spazi occupati dai magazzini.
  • Ufficio della dogana.
    Tutte le merci che arrivano e partono da Vertere devono essere ispezionate dai doganieri di questo ufficio.Il lavoro non è per nulla noioso, almeno così sostiene Lucio Settimo (um Mag9 LN - D&D 3E), alto ufficiale della dogana.
  • Ufficio Importazioni Esportazioni
    Presso questo ufficio è possibile affittare molti dei magazzini pubblici del sestiere ed anche cercare  acquirenti per le proprie merci. Oberdan Dose (um Esp3 NM - D&D 3E) gestisce questo magazzino accettando denaro dalle gilde dei ladri cittadine per fornire indicazioni sui carichi più preziosi ed interessanti. Si sente sorvegliato e svolge il suo doppio gioco in modo accorto.
  • Tempio protettore del marinaio
    Maglor Isilrá (1/2E Ch8 LN - D&D 3E) è il patriarca di questo tempio della divina verità. Il tempio non è solo un posto dove pregare e fare offerte ma offre ospitalità per la notte ai marinai che hanno alzato il gomito. Il grosso del lavoro dei seguaci di Maglor è infatti di notte, nel ripulire le strade dai marinai e accattoni ciucchi.
  • Il cuore del marinaio – Casa per appuntamenti
    Questa casa per appuntamenti è frequentata soprattutto da mariani ed è il posto migliore dove prendersi qualche malattia. Il posto nonostante ciò è molto frequentato e i suoi buttafuori lavorano tutta la notte. Le ragazze al suo interno cambiano spesso e Marco Rodrigo (um Lad4/Esp4 NM - D&D 3E) il suo proprietario dice che è una scelta azzeccata per garantire un servizio di qualità. In realtà qualcuno dovrebbe indagare più a fondo, alcune ragazze hanno dei sospetti su che fine fanno le loro compagne, ma non hanno il coraggio di parlare.
  • Locanda dei Botteri
    Questa locanda deve il suo nome poiché è costruita nel calle dei botteri (fabbricatori di botti). E' un posto pulito e in cui si può mangiare un pasto caldo e genuino alla modica cifra di 2Mo e dove si può trovare un letto pulito dove dormire (5Mo). Edoardo Primo (um Esp4 CB - D&D 3E) gestisce la locanda assieme ai suoi 5 figli (2 maschi e 3 femmine) avuti da due donne diverse morte prematuramente.
  • Locanda porto antico
    Questa locanda è il buco più schifoso del porto frequentata dalla peggiore feccia del sestiere, ma i prezzi sono modici (2Ma per il pasto e 6Ma per dormire nella stanza comune) e deve a questo il suo successo. Questa locanda ha cambiato spesso proprietario causa decesso o abbandono. L'attuale proprietario Reginaldo Stern (um Lad6 NM- D&D 3E) è un uomo della gilda dei ladri Velati (la più grossa gilda dei ladri cittadina) e questo gli fa pensare che il suo destino non sarà simile ai suoi predecessori. Reginaldo vorrebbe fare un colpo importante e poi lasciare la città e la gilda.
Torna a VERTERE