domenica 10 giugno 2012

Elios, luoghi caratteristici

Elios è la città dirigibile abitata dagli gnomi, unica nel suo genere e dalle caratteristiche particolari come descritto nell'articolo "Elios la città dirigibile". Elios cambia forma ogni anno al Primo dei giorni del passaggio a Aestus e a causa di ciò non è possibile dare descrizione dei suoi quartieri, in quanto non esistono in senso tradizionale del termine. Elios però ha dei punti fermi, sono i suoi 18 clan che costituiscono a tutti gli effetti i quartieri e alcuni edifici caratteristici non appartenenti a nessun clan che descriveremo in questo articolo. Questi edifici sono la Voliera Grande, il Tempio dell'ingegno, il Magnifico municipio, il Museo delle meraviglie, la Casa degli scherzi, il Museo della cappelleria, l'Accademia arcana, la Prigione degli onesti, l'Arena dei clan e l'importantissima Casa del baco da seta. Noterete che tra questi luoghi vi sono numerosi musei. Gli gnomi mecenate investono in questi musei pubblici non solo per la propria vanità personale, avere il proprio nome scritto in qualche museo è fonte di guadagno (soprattutto in quello della seta).

ACCADEMIA ARCANA
L'accademia arcana è formata da 5 navi volanti, una per grado di studio arcano secondo la scuola gnomica di formazione. L'accademia non ospita stanze da letto per i suoi studenti (tutti tornano a casa oppure alloggiano presso qualche locanda) ma solo aule di studio, laboratori e le sale degli insegnanti. Ogni nave ha un custode mago o alchimista (8°-9° livello) che come compito ha la protezione degli studenti e della struttura. Un congegno dimensionale permette all'accademia di sparire nella dimensione eterea (per circa 1 giorno se necessario) per proteggere i suoi segreti ed ospiti. Nemmeno il Magnifico Municipio è dotato di questo congegno che può essere considerato all'avanguardia magica rispetto alla magia degli elfi imperiali. Al termine dei 5 corsi di studio (che possono durare vari anni a seconda del talento dello studente) uno studente è diventa un mago di 4° livello. La retta scolastica è di 500 nobili annui escluso il costo di componenti, libri e l'alloggio. Uno studente esce dall'accademia con due rituali in più rispetto ad un normale mago di 4° livello ed ottiene il diritto a consultare la biblioteca magica dell'accademia spendendo 50 nobili all'anno. Sommo mago dell'accademia è Edgardo Fischietto (gnomo adulto Mag 19 N) che ama portare cappelli con una penna di pappagallo dal colore rosso. Edgardo è lo sviluppatore del congegno etereo.

ARENA DEI CLAN
L'arena dei clan è una gigantesca struttura rettangolare circondata da 4 gradinate atte ad ospitare circa 250 gnomi ciascuna per un totale di 1000 gnomi. In quest'arena gli gnomi si sfidano a Pallasei, sport cittadino esistente solo ad Elios. Ogni gradinata vola grazie ad un grande dirigibile mentre il campo da gioco è tutt'altro che stabile e rigido. La superficie dell'arena è di 25 x 25 metri ed è composta da più teli di 5m quadrati l'uno, spessi e tenuti assieme da una struttura metallica. L'intero campo da gioco è protetto sopra e sotto da delle reti di protezione per evitare che gli atleti finiscano fuori campo e inevitabilmente.. precipitino di sotto. I teli sono usati dagli gnomi per compiere dei balzi ed avviciniarsi così alla palla o intercettare un tiro. Si gioca divisi in due squadre da 6 giocatori di cui il numero 6 è il portiere. Ogni gnomo possiede un guantone con il quale può prendere, intercettare e tirare la palla ed è munito di stivali magici in grando di potenziare la capacità di salto. Chi prende palla non può ne camminare ne muoversi e può solamente rirare la palla. Gli avversari non possono rubare palla dal guanto dell'avversario ma devono attendere che la palla sia lanciata. Non si può tenere palla per più di 10 secondi o c'è fallo tecnico e la palla passa agli avversari. I clan ogni anno si fronteggiano in un campionato molto combattuto e spettacolare. I clan con gli atleti più forti sono i Giostra, i Bandiera e i Freccetta. Essendo l'arena una sola le partite hanno un calendario che si distribuisce durante tutta la decade. L'ingresso è di un mercante (1Ma) ma i posti non riservati sono solo 200 e finiscono subito. Infatti su 1000 posti, 800 sono riservati ai supporter dei due clan che si fronteggiano.

CASA DEGLI SCHERZI
Questa nave dirigibile si distingue dalle altre per avere più ponti sovra coperta. Un castelletto sia a poppa che a prua di tre piani, uno con l'ingresso e l'altro con l'uscita di questa attrazione turistica. E' uno degli "edifici" più visitati dagli gnomi che vi portano i bambini per imparare e vi ritornano i grandi per onorare. Tutti gli gnomi sperano un giorno di avere un dipinto qui dentro che li raffiguri. Già perché la casa degli scherzi è un museo pinacoteca in cui in ogni quadro è raffigurato uno scherzo storico che ha lasciato il segno nella comunità. Ai piedi del dipinto giaciono gli arnesi usati per lo scherzo protetti da una teca di vetro. Alcuni sono magici ed altri ordinari. Ciò che rende uno scherzo memorabile è l'idea e lo status della vittima della scherzo. Per esempio famosissimo è lo scherzo fatto all'ambasciatore di Alemora Flavio Piccolomini a cui fu consigliato di portare una molletta al naso perché il ministro degli esteri di Elios, Anacleto Pennacchio, aveva un problema di odore ai piedi e consapevole di ciò pregava tutti gli ospiti di munirsi di una variopinta molletta assolutamente tollerata da lui. In realtà Anacleto consapevole del suo problema usava molte essenze e profumi per coprire quell'odore che gli provocava imbarazzo e vedersi arrivare l'ambasciatore di Alemora durante un incontro ufficiale con una colorata molletta al naso, l'ha mandato su tutte le furie. Autore dello scherzo è lo gnomo Duilio Maschera, tuttora in vita e che nel museo ha ben 6 scherzi famosi, il record assoluto. Nella sezione sulla storia degli scherzi troviamo le prime trombe pernacchia, pacchi esplosivi, trappole antitopo usate per le mani, profumi molto odorosi, angurie vuote e così via. Costo dell'ingresso è 1 mercante (1Ma)

CASA DEL BACCO DA SETA
Questa nave dirigibile dal colore giallo e rosa è un museo sulla lavorazione della seta. Oltre ad un percorso guida su come viene allevato il bacco da seta e su come viene prodotta la seta, sono contenuti i telai dal più antico al più moderno utilizzati a Elios per tesserla. Dopo questa prima parte "didattica" vi è una seconda parte sui capi d'abbigliamento prodotti a Elios. Grandi importatori della seta prodotta ad Elios sono gli elfi imperiali che ammirano la grande esperienza e raffinatezza degli gnomi. Avere un capo d'abbigliamento in questo museo significa quasi sempre avere la possibilità di fare affari con qualche mercante che visita la città. Il costo dell'ingresso è due mercanti(2Ma). Tra i capi d'abbigliamento preferiti dagli gnomi troviamo i foulard di seta e in questo museo potete ammirare i prodotti migliori.

MAGNIFICO MUNICIPIO
Il Magnifico municipio è una bizzarra nave volante a forma di croce romana, molto più adatta a stare ancorata in un porto o in una baia col fondale basso che a navigare. 4 palloni aerostatici sorreggono questa nave e i "4 assi" della croce sono orientati secondo i punti cardinali. Questa è la sede del governo di Elios e dove i 18 capi clan si ritrovano saltuariamente per governare sulla città. Come descritto nell'articolo principale su questa città, gli gnomi di natura anarchici sono dei veri e propri assenteisti e i capiclan si trovano poche volte tutti assieme durante l'anno, se non altro non percepiscono uno stipendio. Il municipio ha però numerosi scrivani, contabili e ragionieri che entrano ed escono ogni giorno e svolgono la maggior parte dei compiti. Questa nave è protetta con le migliori magie di protezione in circolazione dalla chiaroveggenza, scrutamento, teletrasporto, fuoco e così via, una piccola fortezza atta ad ospitare in tutta sicurezza anche diplomatici stranieri e riunioni importanti.

MUSEO DELLA CAPPELLERIA
Il cappello è un accessorio di abbigliamento essenziale per uno gnomo, nessun gnomo di Elios ne esce senza. Che sia incantato o meno il cappello è indispensabile per rapportarsi con gli altri gnomi e apparire benestante, alto, bello, facoltoso, studioso, all'opera, interessato, gentile, cortese. Gli gnomi esprimono il loro umore e il loro status sfoggiando cappelli e questo museo ne raccoglie di tutti i tipi, da quelli utilizzati dai marianai a quelli usati dal capo clan o da sua moglie :) Il costo per visitare un museo così chic è di 4 mercanti(4Ma), ma molti gnomi vi tornano più volte in un anno per vedere le ultime novità. Agli gnomi piace cambiare e il museo della cappelleria interpreta perfettamente questa loro propensione rinnovando continuamente l'esposizione ad ogni cambio di stagione.

MUSEO DELLE MERAVIGLIE
Il museo delle meraviglie è una nave dirigibile simile ad un grosso catamarano con due palloni aerostatici. Una chiglia è dedicata all'alchimia, mentre l'altra è dedicata alle meraviglie arcane. In questo museo si tiene memoria degli gnomi che hanno contribuito all'avanzamento alchemico e arcano oltre che contenere alcuni semplici esperimenti o magie che sono stati alla base dei loro studi. Non vi sono artefatti magici potentissimi, il museo è prevalentemente didattico. Naturalmente vi è un'ampia sala dedicata a Ersilio Zara lo gnomo che ha studiato a lungo il Khapet (Se notate Ersilio non apparteneva a nessun clan di Elios poiché la sua famiglia era originaria di Arborea). Il costo dell'ingresso è di un mercante (1Ma) ma per gli studenti dell'accademia arcana l'ingresso è gratuito. Gli studenti visitano spesso il museo delle meraviglie per ispirarsi ai grandi maghi ed alchimisti del passato.

PRIGIONE DEGLI ONESTI
La giustizia dei clan è amministrata dai clan, quando uno gnomo commette un furto oppure un reato più grave, viene gestito direttamente dal suo clan di appartenenza. Se uno gnomo con il suo reato offende uno gnomo di un clan differente, solitamente lo gnomo offeso viene risarcito dal clan dello gnomo criminale, ma la pena dello gnomo criminale viene gestita dal suo clan di appartenenza. La Prigione degli onesti invece è una nave dirigibile carceraria destinata ad ospitare criminali non appartenenti ai clan, ovvero visitatori, turisti, abitanti di Elios non gnomi. Il suo nome deriva dal fatto che tutti i criminali arrestati si proclamano onesti ed innocenti, contrariamente a quanto fanno gli gnomi che quando vengono interpellati dal proprio clan si proclamano subito colpevoli. La nave carceraria ha 3 ponti sottocoperta per un totale di 50 celle. Il primo ponte ha solo 10 celle spaziose ed è per i criminali più facoltosi che possono avere un trattamento più agiato. Gli altri due ponti hanno 20 celle ciascuno e sono per i criminali meno facoltosi o importanti e possono ospitare fino a 3 carcerati. Uno dei compiti del ministro della giustizia è gestire questa prigione, un incarico non da poco e complesso che ogni gnomo farebbe volentieri a meno. L'attuale ministro ha proposto anche l'utilizzo di celle dimensionali per imprigionare i carcerati e risparmiare spazio, ma la sua proposta non è stata ancora accolta del tutto. Le ore d'aria sono gestite dalle guardie che sono sia gnomi sia halfling che umani, infatti avere personale multirazziale è utile per "capire" meglio i prigionieri e i loro possibili inganni o esigenze.

TEMPIO DELL'INGEGNO
Il tempio dell'ingegno è stato progettato in modo simile ad una grossa nave mercantile con un grande ponte piatto all'aperto dalle dimensioni di 24x48metri dove svolgere le funzioni in occasione delle festività. La sede della chiesa e le celle dei chierici si trovano tutti nella chiglia dell'enorme nave. Sul ponte è dipinto in grande il simbolo della chiesa, la fiamma rossa, mentre i 4 palloni aerostatici che sollevano il tempio sono di colore rosso fuoco. Il tempio è frequentato al 98% da gnomi e da alcuni halfling, però rispetto alla popolazione di Elios, solo un 30% degli gnomi frequenta le funzioni almeno una volta all'anno. Sempre nella chiglia è presente la scuola per accoliti, la preparazione dura 7 anni, i giovani aspiranti chierici entrano all'età di 14 anni e vi rimangono fino ai 21. Mandare un figlio a studiare per diventare chierico costa ad una famiglia circa 500 nobili all'anno. All'interno del tempio vi è una sala dedicata ad Efisio Emmasio, il profeta che fondò la chiesa degli gnomi. Idelma Freccetta (gnoma nobile adulta Ari1/ch17 LB - D&D3E) è l'attuale patriarca della chiesa, una donna molto forte e determinata, ma pacata nei toni di voce e nei modi.

VOLIERA GRANDE
La Voliera Grande è una costruzione mastodontica composta da legno e ferro molto simile ad una voliera. Dal diametro di 100 metri e alta circa 150m, questa enorme struttura ospita  ben 231 specie diverse di pappagalli di cui la metà parlanti, che vivono immersi in un giardino pensile sempreverde. La voliera ha 10 piani aperti nel centro, collegati da scale, che permettono agli gnomi di passeggiare ammirando le loro beneamate creature colorate. Le pareti della voliera sono composte da tubi di metallo ricoperti da una rete a maglia fina che permette il passaggio della luce, dell'aria e dell'acqua piovana, senza far fuggire i pappagalli. In caso di forti raffiche di vento o di tempesta, dall'alto della voliera viene calato un manto magico che copre interamente la voliera. Lungo il camminamento, globi di luce colorata gialla, verde e azzurra, accompagnano il visitatore durante le ore della sera o notturne. La Voliera Grande è custodita dalle famiglie dei 18 clan, ogni decade c'è un clan differente che se ne prende cura. Prendersi cura della Voliera è un grande onore e tutti i 18 clan adempiono a questo compito con il massimo dell'impegno. La voliera è sospesa nell'aria grazie ad un incantesimo di levitazione perenne e non ha dispositivi aerostatici che la sostengono. Costo dell'ingresso è di 2 mercanti (2Ma).

TORNA A ELIOS LA CITTA' DIRIGIBILE