mercoledì 10 ottobre 2012

Cittadinanza imperiale

Per giocare con questa ambientazione è importante prima di tutto destreggiarsi tra le classi sociali introdotte in questa pagina. Le classi sociali dell'impero sono le seguenti: Eletti (ovvero i Nobili), Borghesi, Cittadini, Liberi e Servi. Per eletti si intendono i Nobili alati (questo prima del 62 N.E.), mentre i nobili non alati vengono chiamati semplicemente nobili.
A causa delle limitate risorse di cibo e di spazio, l'anagrafe e l'ufficio immigrazione imperiale lavora moltissimo tutto l'anno in collaborazione con il catasto e l'ufficio delle tasse per stabilire chi ha diritto o meno a mantenere il suo status.
Il tutto si riassume in una semplice questione di denaro, chi ha il denaro può far figli e mantenere il proprio status, chi non ce l'ha scala di classe con il rischio di diventare servo.
Vi sono molti inadempienti che provano a vivere nella clandestinità per esempio non dichiarando i figli all'anagrafe e parte del lavoro delle guardie consiste nello scovare i clandestini.
In questo articolo spiegheremo come si mantiene uno status, quali sono i diritti di quello status e cosa succede quando si perde lo status sociale.
Il contenuto di questo articolo deve essere noto ai giocatori (e di conseguenza ai loro personaggi), in quanto il mondo che ruota attorno alle loro avventure lavora, soffre e spera attorno a questi principi.
Mantenere uno status
Salvo procedimenti giudiziari, per mantenere uno status serve denaro e una residenza fissa. A prescindere dalla propria disponibilità economica, attività commerciali, rendite e altro, ogni status ha un prezzo base di cittadinanza che deve essere onorato. Al prezzo base si aggiungono le tasse. Il mancato pagamento delle tasse o del prezzo dello status comporta un'indagine fiscale che può terminare con la perdita delle status. Fare un figlio costa ma non subito, un figlio inizia a pagare (o la sua famiglia per lui) dal 14° anno di età.
  • Eletti e semplici nobili: ogni nobile deve pagare una tassa di cittadinanza pari a 100 nobili annuali.
  • Borghesi: ogni borghese deve pagare una tassa di cittadinanza pari a 50 nobili annuali.
  • Cittadini: ogni cittadino deve pagare una tassa di cittadinanza pari a 5 nobili annuali.
  • Servi: i servi non pagano tasse. Lavoro, vitto ed alloggio sono a cura dei loro padroni i quali pagano 1 mercante annuale per ogni servo. (NB: non confondete la parola servo con servitore, se vi è più facile pensate ad un servo come uno schiavo)
  • Liberi: ogni visitatore non residente nell'impero per sbarcare deve pagare una tassa di soggiorno di 10 mercanti (una decade preventiva) e lasciare indicato dove soggiornerà (locanda, abitazione privata, ecc.). Riceve un documento di soggiorno per una decade, rinnovabile di decade in decade o per più decadi. Con Libero o Liberi si intendono gli abitanti di Elden.
Perdere lo status
Perdere lo status è possibile per provvedimenti giudiziari o fiscali. Il primo caso è sempre conseguenza di azioni criminose mentre per provvedimenti fiscali si intende l'impossibilità di pagare le tasse. Il primo anno di insolvenza o mancata insolvenza comporta solo un avvertimento (con piano di recupero), il secondo anno di insolvenza si traduce invece con la perdita dello status nelle seguenti modalità.
  • Eletti e semplici nobili: un nobile diventa nobile decaduto e manterrà i diritti di borghese o cittadino a seconda di quanto può continuare a pagare, ma non diventerà mai un servo. Se un nobile decaduto non può permettersi di vivere almeno come cittadino, viene espulso da Hicaro. Un nobile decaduto perde il diritto di possedere le ali, le quali vengono rimosse magicamente. Un nobile decaduto rimane sempre nobile ed in futuro potrà pertanto riprovare a riacquistare il suo status.
  • Borghesi: un borghese diventa un comune cittadino sempre che non diventi direttamente un servo.
  • Cittadini: un cittadino diventa un servo, la sua casa riassegnata o venduta e lui e i suoi figli vengono acquistati da borghesi e nobili.
  • Servi: i servi non pagano tasse e non perdono lo status.
  • Liberi: un visitatore che non rinnova il documento di soggiorno diventa un clandestino sanzionabile dopo un processo fino al doppio del mancato rinnovo oppure destinato a passare un bel pò di giorni in prigione. In alcuni casi viene espulso dopo un bel pò di fustigate, in casi estremi può diventare un servo.
Riguadagnare uno status
Con riguadagnare non si intende "passare" di status, ma un riprendersi uno status che si era perduto. Quindi un nobile decaduto può ritornare ad essere nobile, ma un borghese non può diventare nobile. Essere nobili è uno status che è deciso dalla famiglia di nascita o dalla nomina dell'imperatore, per tale motivo esistono borghesi ricchissimi che rimangono borghesi nonostante le ingenti somme di denaro che dispongono.
Un borghese divenuto cittadino può ritornare ad essere un borghese se la sua disponibilità economica ritorna ad essere adeguata ed estingue i debiti.
I servi non possiedono nulla nemmeno la loro vita e possono ritornare ad essere cittadini, borghesi solo tramite donazione. Se il loro padrone li rende nuovamente liberi assegnando loro un'abitazione e un lavoro, i servi possono riprendersi lo status. E' peraltro un caso rarissimo poco promosso.

Diritti di uno status
  • Eletti e semplici nobili: un nobile ha diritto a soggiornare e spostarsi liberamente su Hicaro senza pagare tasse di soggiorno, alla protezione delle guardie, ad un giusto processo. Può disporre di più abitazioni nelle varie città imperiali. Nei territori in cui è esercitato il diritto imperiale (come nei tre regni del sud) un cittadino accusato di reato può richiedere di essere processato da un tribunale imperiale invece che dal tribunale locale, in ogni caso il nobile sarà trattato a seconda del suo rango e non vedrà il pavimento di una fredda cella. La parola di un nobile vale molto di più che la parola di un comune cittadino.
  • Nobili decaduti: hanno i diritti di borghesi o di cittadini a seconda di quanto in basso sono caduti. Tuttavia solo gli unici che ipoteticamente possono tornare ad essere nobili.
  • Borghesi: un borghese ha diritto a soggiornare e spostarsi liberamente su Hicaro, alla protezione delle guardie, ad un giusto processo, a poter esercitare liberamente la sua professione. Può disporre di più abitazioni nelle varie città imperiali. Possedere abitazioni in città diverse permette ai borghesi di spostarsi tra le città senza pagare tasse di soggiorno. Nei territori in cui è esercitato il diritto imperiale (come nei tre regni del sud) un cittadino accusato di reato può richiedere di essere processato da un tribunale imperiale invece che dal tribunale locale.
  • Cittadini: un cittadino ha diritto a soggiornare e spostarsi liberamente su Hicaro, alla protezione delle guardie, ad un giusto processo, a poter esercitare liberamente la sua professione. Può disporre di una sola abitazione di residenza. Nei territori in cui è esercitato il diritto imperiale (come nei tre regni del sud) un cittadino accusato di reato può richiedere di essere processato da un tribunale imperiale invece che dal tribunale locale.
  • Liberi: un visitatore di Elden che visita Hicaro regolarmente in possesso del permesso di soggiorno, deve rispettare le leggi imperiali. In caso di crimini dei suoi confronti può richiedere la protezione delle guardie e se sarà accusato di crimini avrà diritto ad un giusto processo presso al città imperiale.
  • Servi: i servi non hanno diritti ma solo doveri nei confronti dei loro padroni. Se un padrone è scontento di un servo può venderlo ma non può disporre della sua vita impunemente.