domenica 20 ottobre 2013

Le isole agricole volanti

Le isole agricole volanti sono indispensabili per la sopravvivenza delle città imperiali. Finora ho tralasciato la descrizione di questa importante fonte di approvvigionamento, ma è giunto il momento di fare un pò di luce su di esse poiché offrono numerosi altri spunti narrativi. Per agevolare la lettura ho organizzato i paragrafi in domande e risposte, buona lettura.

Quante sono?
Moltissime, ogni città volante ne possiede a decine di varie forme e dimensioni. Sono terreni agricoli, la maggior parte pianeggianti o con piccoli pendii, appartenenti alla città o alle famiglie nobili sopravvissute al cataclisma.
Quante persone vi abitano?
Lo stretto necessario alla coltivazione dei campi e degli orti e delle bestie da latte o macello. Le più grandi sono organizzate in minuscoli villaggi mentre le più piccole possiedono un unico villaggio che funge anche da porto. Nella descrizione di ogni città è sempre indicata la popolazione delle isole volanti.

Chi sono gli abitanti di un'isola volante?
La maggior parte degli abitanti sono schiavi che lavorano come contadini mentre una minoranza di cittadini ricoprono ruoli amministrativi e di ordine pubblico. Le isole private delle famiglie nobili possiedono delle ville dette "di campagna" per ospitare la famiglia lontano dal caos cittadino.

Qual è la mappa tipica di un'isola?
Ogni isola è dotata di un porto per navi volanti con annessi dei magazzini per lo stoccaggio delle merci in attesa di essere trasportate alla città imperiale. Nelle isole più piccole il porto coincide con il villaggio dell'isola, mentre per le isole più grandi oltre al porto possono esistere altri nuclei abitativi sparsi o capanni per gli attrezzi. Presso il porto è presente una torre di sollevamento e i magazzini dell'argon. Solo l'isola con la reggia di campagna dell'imperatore ha due torri di sollevamento, tutte le altre isole ne possiedono solo una.

Si possono visitare?
No, per sbarcare al porto si deve possedere l'autorizzazione o un apposito invito del nobile proprietario dell'isola. Se l'isola è di proprietà della città imperiale le misure sono un pò meno restrittive però si deve possedere il documento di sbarco.

Vi sono misure di sicurezza?
Le isole sono protette dalla flotta della città volante a cui appartengono, in particolare la zona del porto e la torre di sollevamento. Le guardie della torre di sollevamento hanno l'ordine di far precipitare l'isola nel caso la sicurezza sia irrimediabilmente compromessa. Presso il porto vi è un distaccamento di guardie private o cittadine, ma vigilare sui confini dell'intera isola è impossibile. Per tale motivo le isole sono meta di sbarchi di clandestini o fuggitivi che intendono nascondersi e trovar riparo per un pò prima di dirigersi alla città imperiale. Anche il porto può essere soggetto ad attacchi o razzie dei pirati dell'aria soprattutto di notte.

Si può acquistare un'isola?
Si anche se costa molto e fuori portata delle tasche di un avventuriero. L'acquisto di un'isola è spesso frutto di uno scambio commerciale tra città imperiali.

Curiosità
La distruzione e affondamento della città imperiale di Claudia nel 62 NE è stata causata dalla collisione contro una isola agricola occupata dagli elfi imperiali. All'immane tragedia ne potevano seguire delle altre simili, fortunatamente fermate dall'armistizio firmato poco dopo dall'imperatore.