giovedì 30 agosto 2012

Arborea, Anello Produttivo

L'Anello Produttivo è un livello sotterraneo posto al di sotto della città di Arborea mediamente a -40m dal livello dell'Origine. L'accesso a questo anello è regolato da tre cancelli chiusi alla notte e sorvegliati sempre da guardie. Ha una circonferenza pari alla metà dell'Anello dell'Origine ed è divenuto popolato solo dopo l'ascesa in cielo. Qui vi lavorano soprattutto non elfi (umani, mezz'elfi, alcuni mezz'orchi ed halfling), schiavi, prigionieri e gli elfi presenti hanno soprattutto ruoli dirigenziali mentre un piccolo gruppo si prende cura delle radici del Grande Albero. Come potete immaginare le radici sono grandi e diffuse quanto la chioma del Grande Albero e devono essere al contatto con la terra che in questo livello occupa la maggior parte della cubatura. In questo anello viene anche prodotto l'argon necessario alle 6 torri di sollevamento e alla potente flotta di Arborea.

L'anello produttivo non ha attrattive per gli avventurieri o i viaggiatori però è di fondamentale importanza strategica. Inizialmente nei primi due anni dell'ascesa, i cancelli di accesso erano sempre chiusi e sorvegliati dalle guardie però i rigidi controlli impedivano ai pendolari di passare i controlli in tempo per il lavoro. In seguito si è scelto di far alloggiare direttamente i lavoratori nell'Anello sotterraneo, ma i lavoratori e le loro famiglie vivendo segregati sotto terra si sentivano prigionieri e si crearono molte tensioni sociali. L'attuale gestione è quella che è sopravvissuta in tutti questi anni, di giorno i cancelli sono aperti e consentono la libera circolazione anche se sorvegliati da guardie. Di notte invece i cancelli vengono chiusi.

Di seguito elencherò i luoghi principali dell'Anello Produttivo uniti tutti da due grandi vie circolari pubbliche. La via interna e la via esterna. Esiste una terza con delle rotaie che collega lo stabilimento produttivo dell'argon con le torri di sollevamento.
-Alloggi del popolo e rioni
Schiavi e cittadini impiegati in questo anello vivono in alloggi sotterranei con le loro famiglie. I ritmi lavorativi sono molto alti e questo permette poche uscite alla luce del sole, tuttavia vi sono dei turni di riposo per i lavoratori con lo scopo di non provocare tensioni sociali come avvenuto in passato. Le casa sono tutte interrate e pertanto i quartieri assomigliano a tante vie sotterranee con delle porte e finestre che si affacciano sulla strada. La luce è portata dall'esterno con un complicato sistema di specchi di derivazione nanica. Gli alloggi sono raccolti in 3 rioni principali ed hanno accesso alla via interna o esterna. I rioni si chiamano semplicemente primo rione, secondo rione e terzo rione. Non c'è nulla di curioso da vedere e gli estranei sono subito riconosciuti.
-Mercati
Vi sono tre piccole piazze illuminate dall'esterno in corrispondenza dei tre rioni sotterranei dove i bambini giocano e si svolgono i mercati della decade. I mercati trattano prevalentemente cibo e merce per il normale andamento familiare (nessuna bancherella per avventurieri). I cittadini che non hanno tempo per uscire all'anello dell'origine (la maggioranza) si servono presso questi mercati. Alla piazza del mercato c'è l'accesso ai contenitori per l'acqua.
-Porto militare
Il porto militare ha una lunga strada sotterranea collegata alla "via esterna" dell'Anello produttivo. Parte del porto militare è sotterranea ed è dove sono custoditi i magazzini con i pezzi di ricambio delle navi ad argon e i serbatoi di argon per le navi militari. La sicurezza è molto alta per evitare che si infiltrino spie o sabotatori. Il porto militare è collegato allo stabilimento Produttivo dell'Argon da una via privata con delle rotaie e dei carrelli.
-Prigioni
Le prigioni di Arborea sono collegate solamente alla via esterna. Qui vi sono i criminali impiegati negli stabilimenti produttivi dell'argon e nelle torri di sollevamento. Il custode delle prigioni è Coranzen Dyrr (elfo cittadino adulto Guer11 CM) un frustrato e sadico carceriere che infierisce sui prigionieri con torture psicologiche. Giustifica le sue azioni con il "voler mantenere l'ordine e la disciplina" ma in realtà da sfogo solo ai suoi problemi psicologici. La prigione è trattata per rinchiudere sia persone comuni che utenti di magia. Quest'ultimi non lavorano negli stabilimenti produttivi per impedire loro di fuggire appoggiandosi ai loro poteri magici.
- Stabilimento produttivo Argon
E' un unico e grande edificio sotterraneo avente accesso solo alla via esterna per permettere al personale di recarsi al lavoro. Un tunnel con dei carrelli su rotaia collega questo stabilimento alle 6 Torri di sollevamento e al  porto militare per la fornitura dell'Argon. A dirigere lo stabilimento c'è un nobile, Laitainon Helyanwë (elfo vampiro nobile adulto Mag18 N) un solitario rintanato qui sotto, dirige diligentemente il suo compito senza farsi troppo notare e per nascondere la sua natura. E' molto pallido e cagionevole di salute (un'ottima scusa) e per questo non si vede mai all'aperto e negli incontri ufficiali.
-Torri di sollevamento
Sono 6 le torri di sollevamento di Arborea e vengono rifornite di Argon direttamente dai sotterranei. Non hanno accesso alle vie interne o esterne e sono collegate allo stabilimento Produttivo dell'Argon da una via privata con delle rotaie e dei carrelli. La sicurezza è molto alta.
-Tunnel arborei
Vi sono in totale 12 tunnel chiamati Arborei e sono utilizzati dagli studiosi di Arborea per verificare le condizioni delle radici del grande albero. I tunnel sono chiusi da pesanti portoni e sono protetti magicamente dalle intrusioni con golem di ferro e trappole.

TORNA AD ARBOREA